Irrigazione1 Fase4

LO SCAVO FASE4
Per l'interramento delle tubazioni e il posizionamento degli irrigatori a filo terra è necessario effettuare uno scavo di circa 35-41cm di profondità e di circa 15cm di larghezza. Lo scavo può essere realizzato con i seguenti strumenti:
-a mano.
-noleggiando una macchina scavatrice dal vostro rivenditore o un centro noleggio.
-utilizzando una comoda catenaria; questa macchina ha il pregio di non rovinare il giardino, esguendo un taglio netto e preciso.

scavo a mano, ideale per piccoli giardini o brevi tratti

scavo con macchina movimento terra, ideale per parchi da golf

scavo con catenaria, la macchina ideale per giardini

Eseguite lo scavo in accordo con il percorso delle tubazioni previsto dal vostro progetto verificando con una prova pratica che nella posizione in cui andranno installati gli irrigatori la profondità sia sufficiente.
Consiglio: se il vostro prato è in buone codizioni, prima di cominciare a scavare rimuovete le zolle d'erba posizionandole a lato dello scavo. Sull'altro lato stendete dei fogli di plastica su cui ammucchierete la terra scavata. Nelle curve a 90° arrotondate lo scavo per permettere la stesura della tubazione senza l'impiego di raccordi a gomito. Ricoprite lo scavo solo dopo avere collaudato il vostro impianto e regolato gli irrigatori.


IL MONTAGGIO
Scoprirete con piacevole sorpresa che il montaggio dell'impianto è la parte più semplice e divertente.

Montaggio delle tubazioni.
1. La tubazione
Partendo dal pozzetto delle elettrovalvole e in accordo con quanto previsto dal progetto, stendete il tubo relativo al primo settore all'interno dello scavo evitando che torsioni o raggi di curvatura troppo acuti ne provochino li schiacciamento.
Utilizzate:
-un manicotto di giunzione 32x32 per unire due tubazioni. (vedi fig.16).
-un raccordo a Tee 32x32x32 per collegare tra loro tre tubazioni. (vedi fig. 17).
Ripetete le stesse operazioni per ognuno degli altri settori in cui è suddiviso il vostro impianto.
Consiglio: in prossimità del pozzetto abbiate cura di lasciare circa mezzo metro di tubo libero per eventuali aggiustamenti quando collegherete le elettrovalvole. Nelle curve a 90° non utilizzate raccordi a gomito dove è possibile: smussate opportunamente gli angoli dello scavo facendo curvare la tubazione al suo interno.



2. Raccordi al lato pratico...
Collegate alla tubazione i raccordi relativi agli irrigatori del primo settore operando nel modo seguente.
-Tagliate perpendicolarmente l'estremità del tubo utilizzando un comune taglierino o la forbice apposita per tubazioni e curando di togliere eventuali bave.
-Allentate la ghiera colorata del raccordo svitandola quasi completamente ma senza sfilarla.
-Inserite con forza l'estremità del tubo all'interno del raccordo facendo attenzione a superare il primo punto di resistenza (guarnizione di tenuta) e ad arrivare in battura.
-Serrate con forza la ghiera colorata, ma non troppo perchè rischiate di romperla.

Utilizzate:
-raccordi a Tee con filettatura femmina 32x3/4" F X 32 per tutti gli irrigatori da montare direttamente sulla tubazione (vedi fig.18).
-raccordi a gomito con filettatura femmina 32x3/4" F per tutti gli irrigatori terminali di ogni settore. (vedi fig.19).
-per il posizionamento degli irrigatori negli angoli (quando non si tratti di irrigatori di fine linea), utilizzate gli appositi kit da 3/4" o da 1/2". (vedi fig.20).



Consiglio: per facilitare il montaggio dei raccordi ripulire e ungere leggermente l'estremità del tubo con un panno inumidito in olio o grasso.

3.Gli irrigatori
Per unire gli irrigatori ai rispettivi raccordi utilizzate le prolunghe filettate a segmenti. Controllate che la filettatura dei vari raccordi sia corrispondente a quella degli irrigatori che dovete montare ed eventualmente utilizzate delle prolunghe ridotte 3/4"x1/2" per collegare raccordi da 3/4" con irrigatori da 1/2" o viceversa (vedi fig.22).
Operate come segue.
-Ricercate il corretto livello dell'irrigatore posizionandolo a filo terreno e controllando con un'asta rigida che la sua sommità non sia sporgente dal filo terra. (vedi fig.21).
-Utilizzando un comune taglierino tagliate la prolunga in prossimità del segmento più adatto ad ottenere il livello desiderato.
-Stendete due o tre giri di Teflon su entrambe le estremità filettate della prolunga.
-Avvitate la prolunga all'irrigatore e al raccordo.
-Curando di mantenere l'irrigatore perfettamente perpendicolare al terreno bloccatelo nella sua posizione definitiva sistemando alcune pietre attorno ad esso. Oltre a stabilizzarne la posizione ciò permetterà di realizzare anche un buon drenaggio del terreno.



Consigli:
-il montaggio degli irrigatori e il loro posizionamento al giusto livello è notevolmente facilitato se in fase di scavo prevederete una profondità adeguata; oppure potrete utilizzare prolunghe estendibili qualora fosse necessario adeguare l'altezza dell'irrigatore al naturale assestamento del terreno. (fig. 24).
-E' preferibile montare l'irrigatore un poco sotto il livello del terreno piuttosto che sporgente. Ad ogni taglio del prato con il vostro rasaerba apprezzerete quanto sia stato utile perdere qualche minuto in più per ricercare il giusto livello degli irrigatori!
-Non preoccupatevi di serrare troppo forte gli irrigatori ai loro raccordi ne di proteggerli "dal vostro tosaerba" con rinforzi di vario genere. Se l'irrigatore è correttamente montato a filo terra il compattamento del terreno e la crescita del prato lo renderanno "invisibile".



IL MONTAGGIO DELLE ELETTROVALVOLE
1.Il gruppo elettrovalvole (collettore)
Per il collegamento delle elettrovalvole, utilizzate gli appositi raccordi a Tee con O-Ring, o se volete una soluzione robusta, professionale, indistruttibile nel tempo, utilizzate gli appositi raccordi in ottone che cono come quelli in materiale plastico, ma costruiti in ottone.
Questi raccordi non necessitano di teflon poichè la tenuta idraulica viene garantita dalla guarnizione posta in testa al raccordo (O-Ring) e permettendo un facile smontaggio dell'elettrovalvola in caso di manutenzione. Per il loro serraggio non utilizzate chiave o utensili: un serraggio manuale sarà più che sufficiente.

-In funzione della direzione verso cui sono orientati i tubi di ogni settore, collegate tra loro nella maniera più opportuna i raccordi a "Tee". (vedi fig.25).
-Senza utilizzare Teflon, avvitate al raccordo a "Tee" il nipplo da 1" o il nipplo ridotto da 1"x3/4" e l'elettrovalvola curando che quest'ultima sia montata nel senso indicato dalla freccia. (solenoide a valle).
-All'uscita di ogni elettrovalvola avviatate il raccordo maschio corrispondente. (vedi fig.27).
-All'entrata del collettore cosi realizzato montate la valvola a sfera per l'itercettazione generale dell'impianto. (vedi fig.28).
-Sull'utimo raccordo a Tee avvitate un tappo che servirà per lo svuotamento invernale dell'impianto.



Utilizzate del teflon solo sulla filettatura maschio del raccordo con O-Ring che dovete collegare alla valvola a sfera e sul tappo di chiusura.




2.Il pozzetto
-Dopo aver opportunamente allargato lo scavo in cui alloggerete il pozzetto, posizionate il collettore che avete realizzato.
-Trovate la giusta misura a cui tagliare l'eccedenza dei tubi di ogni zona e collegateli ai raccordi già montati sulle uscite delle elettrovalvole.
-Collegate la valvola a sfera al vostro attacco idrico e, dopo aver tolto il coperchio del pozzetto, posizionatelo sopra il gruppo elettrovalvole nel modo più idoneo per avere un comodo accesso alla valvola a sfera, alle elettrovalvole e al tappo di scarico.
-Posizionate un mattone sotto ogni angolo del pozzetto ricercando l'allineamento del coperchio con il filo terreno e bloccatelo nella posizione definitiva con pietre e terra.

Consiglio: per creare un buon drenaggio del terreno è utile disporre un pò di ghiaia sotto il collettore.
Nel posizionare il vostro pozzetto abbiate cura di lasciare sufficiente spazio per un comodo eccesso alla valvola a sfera, alle elettrovalvole e al tappo si chiusura.



Prossima pagina